High & Dry. Primo amore

High Dry Primo amore Y ko in grado di vedere cose che gli altri non vedono e di indovinare i desideri e i pensieri di chi le sta intorno grazie a una sensibilit fuori dal comune Compiuti quattordici anni tutto sembra as

  • Title: High & Dry. Primo amore
  • Author: Banana Yoshimoto Gala Maria Follaco
  • ISBN: 9788807018503
  • Page: 414
  • Format: Paperback
  • Y ko in grado di vedere cose che gli altri non vedono, e di indovinare i desideri e i pensieri di chi le sta intorno grazie a una sensibilit fuori dal comune Compiuti quattordici anni, tutto sembra assumere sfumature misteriose, e il mondo si popola di bizzarre creature Y ko sta imparando ad assegnare un colore a ogni stato d animo e a ogni emozione a insegnarglieloY ko in grado di vedere cose che gli altri non vedono, e di indovinare i desideri e i pensieri di chi le sta intorno grazie a una sensibilit fuori dal comune Compiuti quattordici anni, tutto sembra assumere sfumature misteriose, e il mondo si popola di bizzarre creature Y ko sta imparando ad assegnare un colore a ogni stato d animo e a ogni emozione a insegnarglielo Ky , il suo maestro di disegno, che ha il doppio dei suoi anni Quando dal fusto di una pianta fuoriescono degli strani omini verdi, loro sono gli unici a vederli Nello stesso istante, Y ko assapora l incanto sottile del primo a Sospesa tra realt e immaginazione, un adolescente va incontro alla vita accompagnata dagli affetti pi cari, e scopre, giorno dopo giorno, i turbamenti del cuore, la tenerezza dei sentimenti e la difficolt di diventare grande.

    • ↠ High & Dry. Primo amore || Ô PDF Download by ó Banana Yoshimoto Gala Maria Follaco
      414 Banana Yoshimoto Gala Maria Follaco
    • thumbnail Title: ↠ High & Dry. Primo amore || Ô PDF Download by ó Banana Yoshimoto Gala Maria Follaco
      Posted by:Banana Yoshimoto Gala Maria Follaco
      Published :2019-01-11T02:05:38+00:00

    1 thought on “High & Dry. Primo amore”

    1. Questo è il primo libro della Yoshimoto che leggo e gli do tre stelle perché, pur essendo stata una lettura piacevole, non mi ha entusiasmato particolarmente, ci ho impiegato poco meno di una settimana per finirlo quando 110 pagine le leggo tranquillamene in due giorni.Lo stile della Yoshimoto è molto delicato e gradevole, inoltre l'autrice ha una grande sensibilità nel descrivere il "primo amore".Oltre alla relazione della coppia protagonista (tra la quattordicenne Yuko e il quasi trentenne [...]

    2. Il solo fatto ch'io abbia impiegato più di due giorni per leggere un libro di un centinaio di pagine - nonostante io non sia stata poi così impegnata - già la dice lunga.Mh, troppo surreale? Assurdo? Somiglia tanto ad una favoletta con 'sti omini che sbucano da chissà dove!Do due stelline perché, creaturine a parte, la storia è carina a tratti, se vogliamo anche significativa.Non ho approvato molto questa "storia" tra la ragazzina e l'insegnante di disegno. Ah, gli ormoni!Questa scrittrice [...]

    3. Uno stile leggero, evanescente e allo stesso tempo molto elegante rispecchia i protagonisti e la loro storia. Una ragazza appena quattordicenne e un uomo del doppio della sua età legati da sentimenti simili ma allo stesso tempo distanti. Si studiano, si frequentano e cercanod i mantenere puro il loro stato di amanti senza contatto fisico. Un ruolo imporante, benchè la storia sia incentrata totalmente sul rapporto dei protagonisti e quello dei genitori, o meglio dell'amore che hanno per i figli [...]

    4. Libro bizzarro per alcuni aspetti, sicuramente il lettore deve fare un discreto processo di accettazione delle idee dell'autrice per poterselo godere. Comunque la particolarità alla fine se presa nel giusto modo passa come un pregio.

    5. Un libro semplice e dolce come una margherita su un prato. Adatto ad una lettura disimpegnata e capace di scacciare le nuvole dell'anima. O quantomeno dare loro una nuova prospettiva. La prosa è in alcuni momenti di una bellezza limpida è assolutamente sconcertante. Consigliato a tutti gli empatici. Cinici, alla larga!ps. Giappone ♡

    6. Mi duole dirlo, ma l'ho trovato deludente. Banana Yoshimoto è una scrittrice bravissima - ma che ormai ha fatto il suo tempo - e il libro scorre liscio come l'olio, ma i contenuti non hanno nulla di nuovo, non sono freschi, sono visti e rivisti. Definirei il libro improbabile, con una trama inesistente. Più che altro una sequenza infinita di emozioni, sensazioni e introspezioni di una quattordicenne alle prese con il primo amore - che tra l'altro è il suo maestro di disegno quasi trentenne. ( [...]

    7. Credo di averlo letto con poche aspettative, gli utlimi romanzi Di Banana Yoshimoto non mi sono piaciuti un granchè, ma questo è quasi un ritorno al passato, un passato in cui le emozioni hanno un senso, e non sono accumulate semplicemente una sopra l'altra.Banana Yoshimoto può essere facilmente percepita come inconsistente, bisogna immergersi nella sua sensibilità per apprezzare ciò che scrive.Potrebbe essere, per la trama, la versione Banana Yoshimoto di "L'amante" di Marguerite Duras, a [...]

    8. "In un istante senza tempo, non vi era stato altro se non le nostre anime, e con gli occhi del cuore avevamo visto la stessa cosa, condiviso il medesimo spazio, tutto qui. Due esseri umani differenti erano diventati per caso uno solo, ed era stato un istante davvero meraviglioso, e straordinario."

    9. "Primo amore" è una chiave di lettura che sposta questo libro oltre la storia "principale" che segue le emozioni di una ragazza che si interessa per un giovane uomo, e si spinge ad analizzare l'importanza del primo, vero, puro amore: quello delle madri dei protagonisti nei loro confronti.Questo racconto esplora l'amore che viene esplorato, con una prosa delicata e profumata. Un pizzico di paranormale lega i personaggi in una bolla segreta che li separa e protegge dal mondo esterno, permettendo [...]

    10. Romanzo di formazione della fin troppo prolifica Banana, ennesimo esempio di realismo magico in salsa sushi condotto con poche idee ma buon mestiere. La Yoshimoto scrive come al solito con grande facilità, la lettura è gradevole grazie al tono legger e vagamente onirico nel quale che ciò che è e ciò che potrebbe essere si mescolano per offrire ai protagonisti ed ai lettori uno sguardo più fresco sulla polverosa quotidianità delle nostre vite. In questo romanzo abbiamo una quattordicenne d [...]

    11. Sicuramente un libro tenero e delicato, come da sempre ho sentito parlare della Yoshimoto. Però non va oltre, non dà oltre. Si riprende sul finale, ma sicuramente non una sufficienza. E' un genere che o piace o non piace. Ho appena detto una banalità, ne sono consapevole, ma è così che stanno le cose. O si ha tra le proprie corde questo tipo di narrazione lenta, melanconica, visionaria per certi aspetti, oppure meglio non addentrarsi proprio nella lettura, perché la può apprezzare solo ch [...]

    12. High & Dry è il primo volume che leggo di questa autrice e, anche se so bene che non è uno dei suoi lavori migliori, me ne sono innamorata.Adoro lo stile semplice e fluido della Yoshimoto, una scrittura equilibrata e armoniosa che riesce a tenere viva l’attenzione sulla storia.Apprezzo che la trama non si soffermi solo e unicamente sulla relazione innocente tra Yūko e il suo maestro, ma va ad approfondire il rapporto complicato che c’è tra i genitori della protagonista, delineando il [...]

    13. Non leggevo un libro di Banana Yoshimoto da anni. Mi sono sempre piaciuti e, tranne un paio di casi, li ho sempre comunque rimossi dopo breve tempo. Stavolta invece la lettura non mi ha convinto più di tanto. La protagonista è una 14enne affascinata dal suo insegnante 25enne di disegno. Data la differenza di età i due iniziano a vedersi solo come amici. Il libro in sé non sarebbe nemmeno malaccio, ci sono delle parti molto carine, il problema di base è che lei, narratrice, non è un granch [...]

    14. Mi è sembrato infantile da parte della protagonista ammettere di essere innamorata del suo maestro poco tempo dopo averlo conosciuto. Avrei preferito che l'autrice di soffermasse più su una relazione di amicizia e ch evitasse di provare a instaurare una relazione amorosa. Non mi sembra opportuno che una ragazza di quattordici anni di frequenti con uno di trenta. La scelta di inserire un elemento fantastico per legare i due protagonisti mi è sembrata banale e inutile.

    15. Bello e delicato. Le emozioni della protagonista appaiono chiare e nitide, mostrando i diversi aspetti dell'amore: l'affetto per la madre, il dolore per il padre lontano, la gelosia e le sensazioni del primo amore.

    16. Banana Yoshimoto has a peculiar writing. Doesn't matter how the book will end, because with her is the journey that means. On the journey is where we grow up, we develop ourself, where we change (for better or for worst) our person. As always her writing is delicate but well-defined, and pure.

    17. Nonostante sia un libro breve e scorrevole, non mi ha entusiasmata particolarmente. 106 pagine in cui non succede praticamente nulla. Do tre stelle perché mi è piaciuta l'atmosfera generale del libro e lo stile della scrittura dell'autrice.

    18. Un libro di cui mi sarò già dimenticata tra meno di una settimana. Assolutamente insipido e privo di dinamicità. Con Banana Yoshimoto ho definitivamente chiuso.

    19. Libro piccolo e interessante che ti fa quasi venire voglia di poter vedere questi folletti verdi. Personalmente mi è piaciuto come ha affrontato il tema del crescere con relative difficoltà.

    20. Una storia d’amore adolescenziale guardata con gli occhi inesperti di una ragazzina che si ritrova a confrontarsi con un uomo molto più grande. Carino nel complesso, ma non entusiasmante.

    21. Alla faccia della quarta di copertina che presupponeva qualcosa di magico!!!. non solo non l’ho trovato, ma in questo libro ho visto una strana Banana Yoshimoto. Molto più leggera e meno profonda che in altri libri. Non so perché ma nella mia testa questo libro aveva preso forma in maniera totalmente diversa. Infatti ad un certo punto, quasi delusa dall'andamento, l'ho abbandonato sul comodino, come per punirlo di non aver atteso alle mie aspettative ma oggi, quella copertina gialla mi ha ch [...]

    22. I miti degli altriOgni paese, ogni cultura ha le proprie mitologie, i propri miti.Per mito s'intende una narrazione assunta a paradigma di descrizione del Mondo, a volte contenente un senso morale, o così interpretata o interpretabile.Il libro di Yoshimoto Banana, giapponese, contemporanea, racconta di situazioni anomale, o ritenute tali.Lei e lui, protagonista e coprotagonista, vivono in famiglie esplose.Quella di lei, in particolare, è ormai quasi del tutto priva del padre, che lavora lontan [...]

    23. I libri di Banana Yoshimoto, con il suo stile così delicato e le trame esilissime, con un tocco di soprannaturale, sono a volte difficili da inquadrare. Quando ero adolescente adoravo la sua scrittura, e ricordo ancora con molto piacere romanzi come N.P. (forse il mio preferito) e altri ancora. Con il passare del tempo, le cose sono cambiate tant'è che dopo Il coperchio del mare e Chie-Chan e io, che non mi avevano soddisfatto, ho trovato Delfini addirittura quasi illeggibile.High & Dry - [...]

    24. There is not actually too much to say about this book, always avoiding to spoil the entire story.It is a short story set in Japan, and the Japanese culture is profoundly evident and present through the actions and dialogues of the characters.It is my very first Japanese book, and I noticed how different the same story would be told if set in another country with another culture.There were a few passages where I couldn’t avoid myself imaging the events narrated as a Manga movie.The story itself [...]

    25. No. Non ho amato particolarmente questo libro, sebbene 2 stelle siano forse un giudizio troppo critico. Per diversi motivi. 1) Mentre l'autrice riesce a tenere un tono lessicale adeguato e coinvolgente nelle parti "pensieri, descrizioni e percezioni", quando entra nell'ambito "conversazione" cade rovinosamente in una scrittura minimalista-infantile. Vero che il giapponese, fatto di tonalità , puo' risultare difficile da rendere in italiano, tuttavia frasi come "l'aria ha un bel sapore", "questo [...]

    26. Una bellissima fiaba, inserita in un contesto moderno. Può apparire strano, per noi occidentali, un rapporto tra una ragazzina quattordicenne e il suo maestro di disegno, ormai trentenne.In realtà, tra loro si susseguono appuntamenti e discussioni che nulla hanno a che vedere con il nostro concetto di “appuntamento galante”, non si comporteranno mai da fidanzati, almeno non dal punto di vista fisico.Ho trovato bella l’atmosfera generale del racconto, che solo in pochi punti può risultar [...]

    27. La Yoshimoto ci è riuscita di nuovo. Grazie a lei ho passato la serata di ieri a casa di due giapponese, mamma e figlia, impegnate nella loro quotidianità. All'inizio sembrava che la figlia avesse qualche sensibilità esp, poi la storia si sviluppa su un piano molto più normale. Anzi, direi che è proprio un elogio alla normalità, ribadito anche dalla madre mentre rassicura la figlia, una quattordicenne innamorata di un uomo molto più grande di lei.Diciamoci la verità: solo in Giappone nes [...]

    28. I like writers who don't write books for self-glorifying, chock-full of big words and no substance.I think Yoshimoto-sensei is one of those author who are difficult to understand, she says only what you need to understand the characters emotions, and it's a good quality, but also defect. In High&Dry i liked her idea of pure love, and (like the others Yoshimoto-sensei books) her writing simple, clean and smooth.The story, simple and delicate, is about problems and troubles of the first love o [...]

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *